img4.gif

Esclusiva: 8 domande a Roberto Pirrera Markentig Manager Royal Caribbean

Le Signore dei Mari.it, apre una nuova rubrica che permette ai lettori di porre delle domande direttamente alle compagnie di crociera. Il primo interlocutore è Roberto Pirrera, Markenting Manager Royal Caribbean Cruise Line, che ha risposto a otto domande fatte dai nostri lettori.

Masca1973 scrive: “In considerazione delle grandi innovazioni tecnologiche e di intrattenimento presenti nelle moderne navi Royal Caribbean, pensate in un prossimo futuro di continuare a perseverare in questa strategia che prevede la costruzione di navi di grandi dimensioni, o magari di puntare anche in un segmento a più basso tonnellaggio che consenta nel nostro Mediterraneo la visita di porti più piccoli e magari meno frequentati dai grandi network crocieristici”.

  • In realtà Royal Caribbean International costruisce le navi in base alle esigenze manifestate dai propri ospiti. Sono i nostri clienti, che ascoltiamo davvero in maniera attenta, a guidarci nella progettazione delle nostre navi. E’ fondamentale ricordare che maggiori dimensioni non significa maggiore affollamento, anzi: Royal Caribbean International ha il miglior rapporto tonnellaggio nave/numero ospiti, il che significa più vivibilità a bordo per tutti. Ricordo anche che il Gruppo Royal Caribbean opera anche con il marchio Azamara Club Cruises. Grazie ad Azamara Quest e Azamara Journey (navi da 700 passeggeri – 30.000 tonnellate di stazza), è infatti possibile approdare in porti più piccoli e visitare quindi località affascinanti.

Ruben De Pascale scrive: “Durante la conferenza stampa a bordo della Sovereign a cui ero presente, Giorgia Cappabianca, direttore Vendite Internazionali Pullmantur, ci ha ribadito l'intenzione di incrementare la partenership con Top Cruises per espandere l'offerta con partenze anche da Venezia per il 2012. Conoscendo i piani di Royal di affermare i suoi due marchi principali anche in Italia come già fatto negli anni passati in Spagna,Francia e Germania, esiste anche la possibilità che in un prossimo futuro, magari non lontano, Royal stia pensando di offrire alla clientela italiana una nave di dimensioni contenute, totalmente per il mercato italiano, ben ristrutturata, all inclusive del tipo offerto con i marchi CDF per la Francia e TUI Cruises con la joint venture TUI Travel, per un mercato italiano che ha sete di navi di dimensioni ridotte, ma ben ristrutturate con un numero significativo di cabine con il balcone,che li porti in itinerari non banali".

  • In questo momento Royal non prevede una nave all inclusive, di dimensioni ridotte, da dedicare esclusivamente al mercato italiano. Ribadisco, ai crocieristi che hanno “sete” di itinerari non banali, suggerisco di provare Azamara Club Cruises.

Ivanapi scrive: “La Royal Caribbean, come ben sapete fa viaggiare gratuitamente solo bambini fino a 12 anni e sopra a tale età i figli pagano interamente la tariffa come per gli adulti. Un mio amico avendo successivamente effettuato una crociera con la Lirica, non nega che con la Royal si sia trovato meglio, però una crociera con tutta la famiglia, è venuta a costare una briscola. Ora io vorrei sapere, visto che la Royal sta cercando di farsi largo qui nel nostro Mediterraneo, se conseguentemente alle compagnie che conosciamo (Costa e MSC), avrà intenzione di adeguarsi all'età dei figli che possono viaggiare gratis insieme ai genitori”.

  • Sicuramente per la stagione 2012 non prevediamo di innalzare a 18 anni l’età per conferire la gratuità ai bambini. Rimarrà 12 anni. La novità è che i bambini viaggeranno gratuitamente anche in altissima stagione.

Silvanes scrive: “Vorrei sapere se su ROYAL gli orari di pranzo e cena sono flessibili. Mi spiego meglio. Si deve prenotare un tavolo fisso al secondo turno oppure, come NCL, è possibile cenare secondo il proprio desiderio in orari non fissi”.

  • Si. Royal Caribbean offre anche il servizio My Time Dining: offre agli ospiti la possibilità di cenare nel ristorante principale in qualsiasi momento (durante le ore della cena). Gli ospiti che scelgono il My Time Dining non hanno un tavolo assegnato, ma vengono accomodati nella sala principale e possono ordinare dai menu e godere dello stesso impeccabile e rinomato servizio Gold Anchor di Royal Caribbean. Gli ospiti che scelgono il My Time Dining possono, una volta arrivati a bordo, prenotare di giorno in giorno. Gli ospiti che vogliono usufruire del My Time Dining possono segnalarlo al momento della prenotazione, oppure iscriversi una volta a bordo (i posti sono limitati).

Wolfe scrive: “Io vorrei domandare se le tariffe alla Costa e MSC sono solo temporanee per aggredire il mercato, o un modo per allinearsi alla concorrenza. Non vorrei che Royal Caribbean perdesse in qualità come le compagnie concorrenti".

  • Le tariffe Royal Caribbean sono sempre basate sulla legge della domanda e dell’offerta. Il prezzo è realmente dinamico. Quando la nave si riempie i prezzi salgono, e viceversa. Comunque, la qualità del servizio – punto di forza da sempre della Compagnia – non verrà mai meno.

Gealex scrive: “Sono andato a curiosare sulle escursioni proposte da ROYAL COSTA e MSC, prendendo Barcellona come luogo di confronto. ROYAL propone tre tipi di escursioni garantendo le stesse con un numero minimo di 25 persone. COSTA propone ben 14 escursioni senza mettere limiti di numero e infine MSC propone 12 diversi tipi di escursioni anch'esse senza limiti. La mia domanda è come mai ROYAL limita questo servizio cosi importante”.

  • Royal Caribbean ha come punto di differenziazione (e di forza) il fatto di avere fino a 70 differenti nazionalità rappresentate a bordo. Pertanto, per poter garantire l’effettuazione di un’escursione con la guida che parla Italiano, dobbiamo giocoforza avere un minimo di persone che partecipino. In realtà poi a bordo cerchiamo comunque di garantire la partecipazione all’escursione anche con meno di 25 partecipanti.

7325Carlo scrive: “Sono vere le voci che girano, dell'arrivo nei prossimi anni della Oasis o Allure of the Seas nel Mediterraneo. come dichiarato alla stampa da RCI Spagna, sia in Spagna nei vai incontri, sia a MIami nell'ultimo Seadrate anche se nei corridoi, parlando di homeport a Barcellona e scalo nelle transatlantiche a Malaga per il 2013”.

  • Royal Caribbean posiziona le navi sempre nei luoghi dove c’è più domanda e redditività. Per il 2012 sia Oasis, sia Allure resteranno nei Caraibi.

Sorriso275 scrive: “I canali della televisione a bordo erano quasi tutti in lingua straniera tranne uno. Non che sia eccessivamente importante però vorrei sapere, dato che la Royal farà base anche in Italia, se metteranno più canali in italiano”.

  • La TV interattiva che permette di visionare molte informazioni in Italiano è disponibile su tutte le navi della classe Voyager, Freedom e Radiance. Rai News, Rai Uno e una selezione di film in italiano sono disponibili su tutte le navi, ad esclusione di Independence of the Seas (tutta la stagione).

Queste le risposte di Roberto Pirrera, Marketing Manager di Royal Caribben Cruise Line responsabile strategic business plan per l'Italia dal gennaio 2006. L'esperienza professionale di Pirrera, annovera incarichi come Trade Marketing Maneger per Club Med, Marketing Assistant per Welcome Travel Group, Trade Marketing Assistent per Medov (GSA Festival Crociere), Trade Marketing Assistant Gruppo Alpitour S.p, Marketing assistant Alpitour S.p.A.

Andrea Mascarotti per Le Signore dei Mari.it

Inviate le vostre domande da porre alle prossime compagnie (nell'ordine: Costa, MSC, Top Cruises, Carnival, Princess, Holland, Cunard, Club Med), a redazione@lesignoredeimari.it o nella sezione comunicazione utenti del Forum.

Per informazioni, promozioni o per prenotare la tua crociera vai su Crociere Le Signore dei Mari.it usando il link qui sotto.

  

© 2004-2012 Le Signore dei Mari.it
Tutti i diritti sono risevati. E proibita qualsiasi tipo di riproduzione.
 ©  Ruben De Pascale

redazione@lesignoredeimari.it

Contatore per sito